La Nuova Scuola di Musica Vassura Baroncini

Il progetto dell’Amministrazione comunale di Imola di unire in un’unica gestione le due “storiche” scuole comunali di musica imolesi, la Scuola di educazione musicale comunale “Vassura Baroncini” e il Centro musicale giovanile “Cà Vaina”, si è concretizzato nell’ottobre 2012. Il progetto didattico della Nuova Scuola di musica Vassura Baroncini riunisce al suo interno e armonizza la ricchezza di esperienze provenienti dalla storia di queste due istituzioni sotto un comune denominatore: la “musica” in tutte le sue varietà e senza distinzioni di generi.

Alle origini della Nuova scuola di musica Vassura Baroncini ci sono quindi due istituzioni che hanno svolto un ruolo di primo piano nella formazione musicale a Imola. La prima ha avuto una gestione diretta e ininterrotta da parte del Comune (con il sostegno della Fondazione Baroncini), l’altra ha potuto contare su una gestione esternalizzata, il cui principale soggetto protagonista è stata la cooperativa sociale imolese Seacoop.
La "Scuola di musica e canto" nata nel 1925 intitolata all’imolese Pietro Baroncini, che aveva donato al Comune di Imola il suo patrimonio per incoraggiare l'educazione musicale, rimase attiva fino al 1955. Dopo un periodo di inattività, nel 1968, Anita Serantoni, nipote di Don Antonio Vassura, compositore, maestro di Cappella del Duomo di Imola e insegnante della scuola "Pietro Baroncini", lasciò al Comune di Imola, per volontà dello zio, la villa di Viale Carducci per farne la sede della scuola, che fu riaperta nel 1979 con il nome “Vassura-Baroncini”.

Nella scuola centinaia di ragazzi, adulti e bambini hanno imparato ad amare la musica tanto da sceglierla, a volte, come professione. Decine di ragazzi hanno vinto borse di studio e concorsi, molti si sono brillantemente diplomati e alcuni di loro svolgono la carriera concertistica o insegnano. In ogni caso tutti si sono arricchiti culturalmente e umanamente vivendo l’esperienza della musica insieme ai loro coetanei.
Il centro musicale giovanile “Cà Vaina” nasce nel 1993 per iniziativa del Comune di Imola e in collaborazione con alcune realtà musicali locali. Ideato come centro giovanile di aggregazione in una struttura ricavata da un’antica casa colonica ristrutturata nelle prossimità del centro storico, ha fatto della musica uno dei punti di forza delle attività rivolte ai giovani, dotandosi di sale prova, di uno studio di registrazione (intitolato al giovane musicista Massimo Raitano), di uno spazio ‘live’, disponibili per gruppi di appassionati e professionisti e proponendo corsi di musica pop, rock, jazz, folk, frequentati e apprezzati.
Alla nascita della nuova scuola di musica s’è accompagnata la disponibilità di una nuova grande sede, all’interno dell’antico complesso dell’Annunziata (Via F.lli Bandiera 19), resa possibile dalle Istituzioni Riunite di Imola.